Trasporti: il proximity marketing sui taxi

Trasporti: il proximity marketing sui taxi

Dopo l’iniziativa che quest’estate ha coinvolto ben 500 bus londinesi su cui sono stati istallati dispositivi beacon, in Inghilterra si continua a credere nel potenziale della nuova tecnologia ibeacon e nel proximity marketing.

Case history

E’ infatti in corso un accordo tra la compagnia di taxi inglese Ubiquitous e Proxama, società specializzata in soluzioni per il Business di Mobile Proximity Commerce: i dispositivi beacon verranno istallazioni su circa 4.000 taxi a Londra e in altre grandi città inglesi come Glasgow e Manchester.

Il lancio del progetto è attualmente previsto per fine anno, le due compagnie stanno valutando accordi e partnership con aziende e attività locali in target alle quali fornire un servizio completo di proximity marketing personalizzato.

Funzionamento

Secondo Jon Worley, amministratore delegato di Proxama: “Il viaggio in taxi dura in media 20 minuti circa a Londra, un tempo che le persone possono con naturalezza impiegare usando il proprio smartphone ad esempio per interagire con messaggi e nuovi contenuti.” (Fonte)

In sostanza stando comodamente seduti sul taxi, i passeggeri riceveranno dalla App notifiche, contenuti e informazioni dai Brand locali di fatto inserzionisti della piattaforma.

Target

Rispetto agli utilizzatori di bus o della metropolitana (abbiamo raccontato la case history della Union Station a Los Angeles in un precedente articolo), stando alle recenti valutazioni delle due società, il target di riferimento per questo nuovo accordo sui taxi riguarderà la fascia di utilizzatori con reddito medio-alto.

Sarà quindi necessario coinvolgere inserzioni in linea con le necessità del target, in grado di proporre beni e servizi che possano incuriosire e soddisfare i bisogni e le opportunità di questa tipologia di consumatori.

Proximity Marketing

Cresce l’interesse per il marketing in prossimità, nelle vicinanze di chi riceve le notifiche.
Diversi Brand hanno manifestato interesse per il progetto inglese sui taxi per due ragioni principali:

  • la possibilità di raggiungere potenziali clienti che passano nelle vicinanze dei loro negozi e possono così ricordare più facilmente l’azienda e il negozio stesso, inoltre ricevendo promozioni e offerte gli utenti sono più invogliati a tornare;
  • la possibilità di “avvicinarsi” ai consumatori in momenti non percepiti come disturbo, dove non si sta lavorando o dedicando tempo di qualità ad altro, bensì sfruttando tempistiche di trasporto breve e proponendo contenuti e opportunità personalizzate.

Photo credit immagine in apertura

Share this Story

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>