Rivoluzione acquisti: mobile, multi-canale, di valore

Rivoluzione acquisti: mobile, multi-canale, di valore

Il termine “rivoluzione” può sembrare eccessivo, tuttavia stiamo assistendo – giorno dopo giorno – a cambiamenti sempre più rilevanti, sebbene costanti e protratti nel tempo, rispetto ai meccanismi e le dinamiche di acquisto.

Dall’arrivo – timido e incerto – del web nel mondo del lavoro, poi nelle vite e nelle routine di tanti, gli acquisti hanno iniziato un percorso di grande evoluzione.

Ma con l’eCommerce la situazione non si è ancora fermata. In pratica, non ci basta poter comprare anche online, comodamente da casa o dall’ufficio.

Non ci basta perché, nel frattempo, il mobile è letteralmente esploso abbattendo barriere di tempo e luogo.
Ovunque ti trovi, con pochi click hai il mondo a portata di mano, spesso in dispositivi piccoli e maneggevoli come smartphone, oppure in altri più voluminosi ma, di solito più potenti, ovvero i tablet.

Ecco che anche gli acquisti sono stati influenzati dal mobile e dal digitale, dalle tante opportunità di incastrare e innestare canali diversi, strumenti diversi e opportunità tra la realtà fisica e il digitale stesso.

La rivoluzione negli acquisti non è altro che:

  • l’applicazione di tecnologie, e innovazioni in divenire;
  • la scoperta di bisogni se non nuovi, in parte diversi, conseguenza delle opportunità scatenate dal mobile e dal digitale stesso;
  • la necessità di adattare alla propria realtà ciò che si ha a disposizione, verso esigenze sempre più smart;
  • l’importanza del valore, nell’acquisto, che non è più una semplice azione ma è una vera e propria esperienza.

“Ciò che farà la differenza sarà riuscire a realizzare esperienze fluide, senza cesure tra on e offline, a fronte di un consumer journey – viaggio del consumatore – che invece si è spezzato in base ai device usati, i luoghi frequentati, ai tempi prescelti per le diverse fasi della propria attività di acquisto.” Eden Zoller, Principal Analyst di Ovum sul mensile “Advertiser – Communication Strategies” nr.03/2016, versione PDF online.

Il flusso dunque, è il cuore pulsante di questa “rivoluzione”, assieme all’acquisto vissuto come esperienza.

E nell’esperienza del flusso la connessione tra realtà fisica e digitale sarà sempre più stretta, a tratti indivisibile.

Ecco perché anche la tecnologia Bluetooth Low Energy con beacon ha un ruolo chiave, amplia le opportunità per i retailer e favorisce occasioni di contatto, conoscenza, scoperta, interesse nel consumatore.

Come?

Dati

La mole di dati che si possono acquisire con il mobile è ormai abnorme. Il problema però è trarne una “leggibilità”, ricavarne informazioni utili per comprendere meglio i bisogni e le necessità degli utenti quanto i comportamenti di acquisto.

Tuttavia dalla App, parte della piattaforma di prossimità con beacon, è possibile collegare i dati raccolti e collegarli a sistemi di analisi e gestione in grado di renderli sempre più innestabili nei processi decisionali dell’azienda quanto nelle strategie di marketing.

Posto giusto, momento giusto

Attraverso i beacon è possibile veicolare contenuti di diverso tipo nell’area coperta dal dispositivo stesso e in precisi momenti (periodi dell’anno e orari impostati nella piattaforma di prossimità scelta).

In sostanza l’utente ha l’opportunità di fruire di informazioni quanto di immagini, video e altre dinamiche relazionali quanto di interagire a sua volta, quando più ha senso farlo e nel posto in cui più può essere interessante.

Un ponte tra realtà fisica e digitale

Che l’utente intenda perfezionare il suo acquisto online o, viceversa, che utilizzi il web per informarsi per poi comprare negli store o presso specifici negozi, la tecnologia con beacon costituisce un ponte tra le due realtà, mette a disposizione dinamiche comunicative in target che collegano il luogo in cui si trova il consumatore con le opportunità digitali.

Può dunque essere un valido alleato per alimentare il flusso nell’esperienza d’acquisto, favorendo un rapporto sempre più stretto e continuo tra il mondo digitale e quello fisico in un approccio che rimane ‘aperto’ e soprattutto adattabile al quotidiano di chiunque, senza barriere d’ingresso o vincoli specifici.

Mobile, multi-canale, di valore

I beacon all’interno di una strategia di proximity marketing favoriscono le tre caratteristiche stesse della “rivoluzione acquisti”:

    • è attraverso una App, dunque nel mobile, che si concretizza la fruizione di contenuti e interazioni veicolati dai beacon posizionati;
    • con una gestione consapevole dei contenuti e delle interazioni, dalla App è possibile innescare dinamiche multi-canale che spaziano dal digitale ai contesti reali attorno a dove si trova l’utente;
    • Il valore è l’aspetto imprescindibile affinché qualunque strategia di prossimità possa costruire una relazione con il potenziale consumatore: fornire, proporre e dare valore impongono attività di scelta e cura dei contenuti quanto dell’esperienza di prossimità nel complesso.

2015-12-15 17.38.43

 

      • Lo staff di Ubiika è a disposizione per valutare idee, sostenere progetti e affiancare realtà in ogni settore nella realizzazione di strategie integrate con il marketing di prossimità, eventi interattivi e ogni possibile utilizzo pratico e funzionale della tecnologia beacon. Ubiika è una piattaforma di prossimità sicura, funzionale, e semplice in grado di affiancare le necessità di realtà e settori diversi, con personale qualificato e opportunità d’uso già realizzabiliMaggiori informazioni. Contatti.

 

 

Photo credit: Miriade spa

Share this Story

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>