Natale, Capodanno ed epifania: opportunità per il retail con i beacon

Natale, Capodanno ed epifania: opportunità per il retail con i beacon

Le festività stanno arrivando: Natale, Capodanno infine l’epifania – sono tutte opportunità per chi ha un’attività di vendita al dettaglio.

Regali

Prima e durante le festività di fine anno si moltiplicano le occasioni per fare regali.

I regali possono essere di diverso tipo: possono essere piccoli “pensieri”, ma anche un oggetto realizzato a mano o con l’aggiunta di creatività personali. Possono essere tecnologici o tradizionali, possono ricalcare aspettative o essere impersonali.

Tutti i regali però sono accomunati da una fase nel consumatore: la ricerca.

Grazie al web sempre più spesso prima dell’acquisto gli utenti fanno ricerche online, confrontano prodotti e aziende, valutano prezzi e rintracciabilità – questa pratica è stata definita ROPO (Research Online Purchase Offline). Le statistiche non sono tutte uguali, ogni settore ha specifici target e riscontri pre acquisti (ad esempio nel settore automobilistico è stato stimato che il 55% degli interessati prima di andare nei concessionari ha fatto ricerche online, fonte).

Ma – salvo perfezionare l’acquisto direttamente dal web – ogni potenziale consumatore deve recarsi nei negozi, tra bancarelle, mercatini e store per fare shopping.

Mobile

Nel 2015 si è assistito – come da previsioni - alla crescita del mobile.
Secondo la ricerca “Connected Commerce“, condotta da DigitasLBi (fonte) in 17 Paesi a fotografare le abitudini d’acquisto degli utenti e il futuro del retail:

  • Il 78% degli italiani afferma di utilizzare direttamente nel punto vendita lo smartphone per verificare se il prodotto è disponibile su altri canali – off e online – ad un prezzo più basso;
  • 6 intervistati su 10 affermano di cercare e collegarsi alla rete Wi-Fi disponibile per confrontare i prezzi dei prodotti (51%) e per avere l’opinione di amici e familiari attraverso una chiamata o un sms (53%) o ancora per inviare loro una foto del prodotto (49%).

Il mobile ha reso l’esperienza di acquisto sempre più trasversale al punto da contaminare online con offline e viceversa: al consumatore interessa la migliore esperienza possibile, in termini di soddisfazione personale quanto di economie e caratteristiche effettive dei prodotti o servizi.

Natale, Capodanno ed epifania: opportunità per il retail con i beacon

Se l’obiettivo è trovare i regali, con la possibilità di utilizzare il mobile – prima o durante l’acquisto – in che modo le prossime feste possono diventare opportunità per il retail?

Assieme ai beacon e gestendo il proximity marketing. Riepiloghiamo le opportunità:

Flessibilità

I beacon sono dispositiivi estremamente mobili e adattabili, sempre più piccoli e poco ingombranti li puoi posizionare dove vuoi e puoi anche decidere di spostarli se il risultato in un primo periodo non è soddisfacente.

E’ importante valutare la corretta portata del segnale nei dispositivi in modo da poterli posizionare nello spazio disponibile senza creare conflitti tra beacon diversi.

Contenuti

Ma la flessibilità in realtà è anche legata ai contenuti, ovvero alla possibilità di cambiarli, alternarli, renderli attivi in precisi momenti della giornata ad esempio impostando fasce orarie.

Per le prossime feste potresti impostare contenuti differenti in previsione del Natale, poi del Capodanno infine per l’Epifania.
Inoltre, grazie alla possibilità di associare ad ogni beacon più contenuti diversi, potrai personalizzare sempre di più l’esperienza adattando il marketing di prossimità alle necessità della tua attività, degli spazi nonché della clientela

I contenuti sono il grande potenziale di ogni attività di retail.
Alcuni esempi pratici:

  • fornire maggiori informazioni sui singoli prodotti in modo accattivante, con immagini e grafiche personalizzate da condividere online, ad esempio sui social network;
  • proporre racconti sull’azienda o su come viene realizzato il prodotto, ad esempio raccontare come nasce, in che modo viene realizzato il prodotto attraverso video esclusivi;
  • mettere a disposizione contenuti extra esclusivi a mostrarne usi o specifiche caratteristiche con immagini e link esterni;
  • creare una guida tra i diversi prodotti disponibili nello spazio (negozio, bancarella o altro), segnalando tipologie, varianti e opportunità d’uso.
  • individurare a chi fare il regalo, sostenendo la fase di ricerca e favorendo l’esperienza di acquisto a seconda del tipo di clientela.

Alcuni esempi pratici per i mercatini natalizi dell’artigianato.

Dati

Non meno importanti sono i dati che possono essere raccolti sulla clientela, le abitudini e i comportamenti d’acquisto.
Un’occasione per riconsiderare le strategie, valutare cosa è apprezzato dai clienti e cosa invece potrebbe essere migliorato anche in previsione di future campagne.

Creatività

Le possibilità con la tecnologia beacon sono diverse a seconda della specifica realtà, degli obiettivi e degli spazi utili ma soprattutto è la creatività che può rendere unica un’esperienza e sostenere l’identità di un punto vendita, un negozio, uno store, una bancarella natalizia, uno stand e molto altro.

Idea creativa
E se la vetrina si trasformasse in un assistente che accoglie e fornisce indicazioni utili e contenuti riservati a chi si ferma in prossimità? A seconda del mercato e del target è possibile far apparire notifiche a chi si ferma vicino alla vetrina.
Puoi consultare le scelte del noto Brand di abbigliamento americano Gap Inc. per le “vetrine integrate con beacon“.

Photo credit immagine in apertura

  • Lo staff di Ubiika è a disposizione per valutare idee, sostenere progetti e affiancare realtà in ogni settore nella realizzazione di strategie integrate con il marketing di prossimità, eventi interattivi e ogni possibile utilizzo pratico e funzionale della tecnologia beacon. Maggiori informazioni. Contatti.
Share this Story

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>