I beacon in aeroporto per aiutare i disabili

I beacon in aeroporto per aiutare i disabili

L’aeroporto di Los Angeles è il primo ad utilizzare i beacon per migliorare l’efficienza dei servizi per le sedie a rotelle

L’utilizzo dei beacon e della tecnologia BLE all’interno di aeroporti non è certo una novità: molte strutture e compagnie aeree in tutto il mondo sfruttano questi strumenti per fornire informazioni utili e inviare contenuti di proximity marketing a passeggeri e utenti, ma la prima volta i beacon sono utilizzati per migliore i servizi alle persone disabili.

L’aeroporto di Los Angeles in collaborazione con la Aero Port Services, società specializzata in servizi aeroportuali infatti, ha scelto di impiegare i beacon per migliorare il servizio di assistenza per le persone disabili che necessitano delle sedie a rotelle all’interno del terminal internazionale “Tom Bradley”, introducendo il Wheelchair Assistance Innovative Solutions Tracking System (WAIS-Track).

Negli scorsi anni l’aeroporto ha ricevuto oltre 970.000 richieste annuali di sedie a rotelle in tutti i terminali, di cui ben 275.000 proprio in questo terminal e anche oggi il livello di richieste si mantiene molto elevato, con una media di 900 richieste al giorno.

“La richiesta di sedie a rotelle all’interno del terminal”Tom Bradley” è salita oltre il 14% durante l’anno scorso, la più alta tra tutti i terminal dell’aeroporto di Los Angeles” –  ha dichiarato Larry Rollon coordinatore dei servizi di assistenza per le persone disabili all’interno dell’aeroporto  – “Ciò può comportare ritardi per i passeggeri in attesa di assistenza. Il sistema WAIS-Track sarà di grande aiuto nella gestione delle sedie a rotelle e nell’assegnazione del personale dedicato, contribuendo a ridurre sensibilmente i tempi di attesa.” (fonte)

Attraverso l’app per smartphone sviluppata da Aero Port Services, i passeggeri possono richiedere assistenza e grazie all’interazione con i beacon disposti all’interno di tutto il terminal, gli addetti al servizio possono identificare con precisione e in tempo reale la loro posizione agevolando e rendendo più rapido e automatico il processo di assistenza.

Un miglioramento del servizio che, oltre a ottimizzare le risorse interne all’aeroporto, sta aiutando migliaia di viaggiatori con disabilità a spostarsi più agevolmente all’interno del terminal: i beacon impiegati finora sono 86, ma siamo sicuri che i buoni risultati raggiunti sinora porteranno il numero di dispositivi installati ad aumentare notevolmente nell’arco dei prossimi mesi. (fonte)

Photo Credit

 

Share this Story

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>