Biblioteche digitali: al via i primi test

Biblioteche digitali: al via i primi test

Dopo il già nutrito numero di settori e mercati in cui è utilizzata la tecnologia BLE con beacon, anche nelle biblioteche sono in corso test per introdurre le opportunità digitali nella fruizione dei servizi.

Il primo caso noto nel mondo riguarda un progetto open source giapponese, nella biblioteca Kariru a Sabae dove sono stati installati ben 131 beacon e le interazioni avvengono attraverso una App non ancora del tutto integrata con il sistema generale di ricerca libri. Tuttavia il progetto è in fase di sviluppo (fonte della notizia e photo credit dell’immagine a seguire).

Biblioteche digitali

Ma anche in Europa c’è un caso interessante, esattamente nei Paesi Bassi presso la TU Library nella città di Delft (fonte).

L’Università di Delft, infatti, sta sviluppando un progetto che ha già portato alla nascita dell’applicazione “Library Tour” – scaricabile gratuitamente dall’Apple Store e su Google Play.

Dopo aver posizionato dispositivi beacon alla TU Delft Library, dalla App gli studenti possono scoprire e ‘vivere’ la biblioteca attraverso una serie di nuove opportunità come:

  • visitare la biblioteca seguendo la guida delle mappe interattive;
  • ottenere informazioni pratiche per gestire lo studio;
  • vedere video sul “dietro le quinte”, sul lavoro e le gestioni della biblioteca stessa;
  • scoprire com’è studiare nella biblioteca attraverso notifiche dedicate;
  • misurare il proprio livello di apprendimento con domande e quiz mirati;
  • condividere l’esperienza e le informazioni sui proprio social attraverso lo sharing dalla applicazione;
  • prenotare spazi all’interno della biblioteca per svolgere progetti;
  • rintracciare testi e volumi necessari allo studio.

Con Library Tour l’intento è dunque quello di avvicinare gli studenti alla biblioteca, raccontandola e proponendo anche attività interattive e digitali in grado di incuriosirli e coinvolgerli.

Indubbiamente esperienze di questo tipo richiedono un accurato lavoro sui contenuti e nelle gestioni delle singole notifiche in prossimità dei beacon: il target degli utenti necessita di un linguaggio e di dinamiche comunicative ‘smart’ con pizzichi di creatività in grado di proporre informazioni, spiegazioni, indicazioni e racconti, senza appesantirli.

  • La biblioteche digitali possono diventare un’ulteriore opportunità per Comuni, Enti e Università: attraverso notifiche, interazioni e contenuti è possibile rendere ancora più coinvolgente e semplice l’uso stesso della biblioteca favorendone presenze e necessità pratiche. 

 

2015-12-15 17.38.43

  • Lo staff di Ubiika è a disposizione per valutare idee, sostenere progetti e affiancare realtà in ogni settore nella realizzazione di strategie integrate con il marketing di prossimità, eventi interattivi e ogni possibile utilizzo pratico e funzionale della tecnologia beacon. Ubiika è una piattaforma di prossimità sicura, funzionale, e semplice in grado di affiancare le necessità di realtà e settori diversi, con personale qualificato e opportunità d’uso già realizzabiliMaggiori informazioni. Contatti.

 

 

Photo credit immagine in apertura

Share this Story

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>