Beacon per la sicurezza

Beacon per la sicurezza

A fine 2014 vi abbiamo raccontato delle etichette intelligenti.

In realtà l’uso dei beacon per la sicurezza non è diminuito e anzi, si sono sviluppate piattaforme e App sempre più orientate a garantire la rintracciabilità di oggetti che abitualmente vengono rubati.

.

Blueanker è una delle soluzioni che fonda il proprio prodotto su:

  • uso dei beacon da collocare sul bene prezioso da tutelare e che diventa, grazie al dispositivo, tracciabile e rintracciabile
  • connessione costante attraverso una App in grado di monitorare gli spostamenti del beacon collegato (e quindi del bene su cui si trova)
  • sharing con amici e parenti nelle vicinanze nonché con chi ha la App e si trova in prossimità: le opportunità di rintracciare il bene scomparso possono aumentare con l’aiuto di chi si trova vicino a dov’è esattamente l’oggetto.

La sicurezza dunque può essere sostenuta dalla tecnologia beacon in particolare per tipologie di oggetti che possono essere rubati ma anche persi inavvertitamente come chiavi, animali, beni mobili, veicoli, preziosi e molto altro.

La App invia una segnalazione di allarme se l’oggetto viene spostato improvvisamente e dalla posizione del bene stesso è possibile segnalare la scomparsa ad altri utenti collegati alla App che si trovano in prossimità.

Il pregio di sistemi come quello di Blueanker è la facilità: i beacon sono ormai dispositivi sempre più piccoli e adattabili a diversi contesti e situazioni, mentre la App si scarica facilmente (spesso è un tool gratuito messo a disposizione dei clienti) ed è intuitiva nell’utilizzo.

Alexey Shabalovskiy, della società Embiq che ha sviluppato Blueanker, ha dichiarato: “L’idea mette a disposizione dei nostri clienti uno strumenti efficiente e facile da usare, all’interno di un sistema di sicurezza globale.” (Fonte).

Due aspetti da considerare per soluzioni come Bluenker:

  1. la durata delle batterie nei beacon dipende dal tipo di dispositivo acquistato, occorre informarsi correttamente sulla durata per garantirne la sostituzione nel medio periodo, il rischio è che il dispositivo non sia funzionante al bisogno;
  2. se il bene in cui è posizionato il beacon viene rubato e portato oltre la portata dei trasmettitori Bluetooth Low Energy rispetto agli smartphone del proprietario, sarà possibile continuare a tracciarne gli spostamenti attraverso eventuali altri dispositivi con la App che possono registrarne gli spostamenti finché si trovano in prossimità, ma superata la portata di tutti device collegati, non sarà più possibile tracciarne i movimenti.

Screenshot 2015-09-14 16.28.24Altre soluzioni per rintracciare oggetti smarriti si basano su connessioni Bluetooth che hanno una portata inferiore alle recenti tecnologie beacon, un caso tutto Made in Italy è Filo: il dispositivo con connessione Bluetooth LE 4.0 ha una portata fino a 80 metri ed è compatibile con smartphone IOS e Android, la batteria ha una durata media stimata di 1 anno ed è sostituite, l’oggetto ha una dimensione di 38 x 38 x 6 mm ed è possibile scaricare la App gratuitamente dall’Apple Store e da Google Play da cui monitorare la posizione del proprio bene ed eventualmente rintracciarlo in breve tempo. Adatto se si perdono oggetti in casa, in giardino o nei dintorni.

Il Filo online: sito web e pagina Facebook.

Fonte immagine in apertura

Share this Story

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>