Beacon guida per i non vedenti

Beacon guida per i non vedenti

Dopo Wellington, anche a Toronto la tecnologia BLE aiuterà i non vedenti ad orientarsi in città.

L’Istituto Nazionale Canadese per i Ciechi (CNIB) è il punto di riferimento per i cittadini canadesi ciechi o con vista parziale. Questo istituto lavora costantemente per aiutare le persone affette da disabilità visiva a raggiungere i loro obiettivi e a godere di un’autonomia sempre maggiore nel loro quotidiano.

In questo percorso di aiuto, la sezione della città di Toronto – come già accaduto a Wellington in Nuova Zelanda – ha scelto di utilizzare la tecnologia Bluetooth Low Energy per semplificare l’orientamento delle persone non vedenti in una delle aree più trafficate della città.

I beacon in aiuto dei non vedenti
L’organizzazione sta cercando di attuare un programma di basato sui beacon nel centro della città di Toronto e consentire così ai disabili visivi di essere autonomi nel svolgere le più semplici azioni anche all’interno di luoghi non sempre familiari: oltre 200 dispositivi saranno installati nei prossimi mesi nei ristoranti e nei negozi dei quartieri di Yonge e St. Clair. (fonte)

I beacon presenti negli esercizi pubblici, comunicando con l’app per iOS Blindsquare installata sugli smartphone degli utenti forniranno utili informazioni per consentire un migliore orientamento sia lungo le strade, sia all’interno degli edifici beacon trasmettono informazioni all’app BlindSquare. Ciò permetterà che i segnali emessi dai beacon siano trasformati nelle informazioni necessarie per la navigazione interna. Infatti, permetterà alle persone con problemi visivi di essere guidati verbalmente intorno agli edifici interni.

Questo programma è sicuramente un aiuto concreto ed efficace per le persone affette da disabilità visiva che possono voglio essere maggiormente autonome e ora hanno uno strumento in più per poterlo diventare, come affermato da MarkDeMontis, uno dei primi utilizzatori dell’applicazione: ”

“Ho vissiutocon un senso di frustrazione perché ho cercato di fare cose che ho usato per fare in modo indipendente da solo”, ha detto DeMontis in un’intervista telefonica.

“Perché ora ho gli strumenti e ho la conoscenza e le informazioni su come farlo con successo … è un ottimo senso che sto riprendendo l’indipendenza”.

“I went so many years with a sense of frustration because I tried to do things that I used to do really independently on my own,” DeMontis said in a telephone interview.

“Because now I have the tools, and I have the knowledge and the information how to do this successfully … it’s a great sense that I’m regaining independence.” (fonte)

  • Questo, come gli altri progetti e le app che presentiamo nei nostri articoli, è solo un esempio della versatilità dei beacon e della tecnologia Bluetooth Low Energy. Lo staff di Ubiika è a disposizione per valutare idee, sostenere progetti e affiancare realtà in ogni settore nella realizzazione di strategie integrate con il marketing di prossimità, eventi interattivi e ogni possibile utilizzo pratico e funzionale della tecnologia beacon. Ubiika è una piattaforma di prossimità sicura, funzionale, e semplice in grado di affiancare le necessità di realtà e settori diversi, con personale qualificato e opportunità d’uso già realizzabiliMaggiori informazioniContatti.

 

Photo Credit

 

Share this Story

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>