Beacon e proximity marketing: 5 aiuti per il tuo Business

Beacon e proximity marketing: 5 aiuti per il tuo Business

In questo blog abbiamo raccontato spesso – attraverso esempi concreti, case history e immaginazioni d’uso – le opportunità del proximity marketing realizzato attraverso l’uso della tecnologia beacon con App e piattaforma integrata.

Ma tra attività specifiche, mercati e caratteristiche del territorio è facile finire sommersi di informazioni che sembrano poco applicabili alla propria realtà.

Proponiamo allora un riepilogo per aiutarti a cogliere il potenziale e individuare l’applicazione reale – già realizzabile con la piattaforma Ubiika – e la soluzione più adatta alle tue necessità:

Beacon e proximity marketing: 5 aiuti per il tuo Business

1. Valore aggiunto

Il posizionamento dei beacon e la possibilità di ricevere contenuti, informazioni e di interagire in tempo reale quanto ogni possibile azione realizzabile con pochi click da una App, ovunque e quando si vuole, non dovrebbe passare inosservata.

Devi offrire un valore aggiunto agli utenti, qualcosa che difficilmente potrebbero trovare altrimenti, per rapidità d’accesso, esclusività, personalizzazione, emozione, connessione con un luogo fisico in un preciso momento… qualunque sia questo valore non darlo per scontato, i beacon e il proximity marketing potranno aiutare il tuo Business proporzionatamente al valore che riesci ad aggiungere.

Un esempio?

  • Informazioni nelle sale d’attesa: fornirle ai cittadini – nell’esempio che proponiamo in quest’articolo dedicato alle Pubbliche Amministrazioni - ma anche riceverle, per migliorare un servizio, per capire meglio le necessità dei propri clienti – nel settore privato – mentre attendono il turno, è un valore aggiunto che può sostituire questionari quasi mai compilati e domande dirette a cui non sempre si riesce a rispondere. Interagire con l’utente nei “tempi di attesa” fornendo e chiedendo informazioni può diventare un valore aggiunto apprezzato anche grazie alla semplicità e velocità con cui è possibile realizzarlo con la tecnologia beacon.

2. Organizzazione e monitoraggio

Grazie ai dati acquisiti e forniti, il proximity marketing è anche un valido alleato per l’organizzazione e il monitoraggio delle strategie avviate dalle aziende.

In particolare grazie ai beacon è possibile fornire istruzioni a chi lavora in un dato luogo – ad esempio nei diversi reparti di un ospedale o negli ambulatori, dove medici e infermieri potrebbero ricevere in tempo reale gli aggiornamenti sui pazienti, esami in corso, terapie attese e molto altro – ma anche nei punti vendita di ipermercati o nei diversi reparti di un negozio.

Attraverso la App l’utente può ricevere utili informazioni su prodotti, materie prime, lavorazioni, idee e spunti di diversa natura ma può anche interagire, fornendo a sua volta dati che possono essere utili alle diverse realtà aziendali per capire comportamenti, necessità, ma anche l’effettiva efficacia di azioni specifiche di marketing.

Un esempio?

  • Se stai pensando di organizzare una promozione riservata ai clienti presenti in un punto vendita in un dato periodo (o giornate o momenti della giornata), realizzando la strategia attraverso coupon dalla App e creando contenuti originali veicolati dai beacon posizionati nel negozio, è possibile acquisire ogni dato sull’effettivo uso, la frequenza, il gradimento o meno, le dirette opinioni degli utenti stessi, praticamente in tempo reale. Senza rischi di stime o incertezze. La piattaforma acquisisce i dati e li mette a disposizione in modo che diventino un aiuto concreto per il business.

3. Coinvolgere potenziali clienti

Coinvolgere potenziali clienti quanto finalizzare quelli che già lo sono è l’obiettivo un po’ di tutte le strategie, non sempre risulta facile una volta esaurite le dinamiche consolidate. I beacon e il proximity marketing possono aiutarti generando occasioni per entrare in contatto con i clienti – attuali e potenziali – mentre si trovano in prossimità di luoghi specifici (punti vendita, bancarelle, centri commerciali…).

Come? Proponendo agli utenti della App contenuti originali, coinvolgenti e magari inediti, quando si trovano nelle vicinanze. Non occorre insistere o ‘pressare': è il coinvolgimento che può catturare la loro attenzione.

Un esempio?

4. Interattività

Sempre più spesso la realtà fisica s’intreccia con quella virtuale: ovunque ci si sposta con smartphone, tablet o addirittura portatili e sempre più di frequente nei momenti di attesa, o quando ne abbiamo bisogno ci colleghiamo al web e compiamo azioni. L’interattività in tempo reale da un luogo preciso è una recente consapevolezza che sta cambiando l’approccio ad eventi ed iniziative ad ampio spettro. Grazie agli sviluppi nella tecnologia beacon è sempre più possibile sollecitare e favorire interazioni da parte degli utenti presenti che in diretta commentano, domandano, votano, condividono sui proprio social o rilanciano contenuti che essi stessi hanno caricato nella App seguendo le istruzioni di prossimità grazie alla presenza di beacon.

L’interattività è uno strumento che può favorire la diffusione di un’azienda, un evento (o una serie di eventi) quanto di iniziative con obiettivi e target specifici, e se una piattaforma con beacon e App potesse aiutarti a realizzare interazioni personalizzate in loco? Esattamente: potrebbe essere un aiuto per nulla trascurabile.

Alcuni esempi?

5. Distinguersi

L’originalità non è sempre possibile, eppure è distinguendosi che aziende e attività possono rispondere alla fatica domanda di ogni consumatore “Perché dovrei scegliere proprio te?”.

Distinguersi, però, non necessariamente dipende da grandi planning, da ‘rivoluzioni’ insomma sul piano produttivo o di marketing, ad esempio. A volte anche piccole idee o novità possono sottolineare i punti forti di un prodotto, un luogo o un servizio, e rendere riconoscibile il Brand.

Solletica la tua fantasia, fai prove posizionando i beacon e creando contenuti originali e personalizzati, immagina cosa e come potresti proporre agli utenti dalla App per raccontare il tuo Brand o un’iniziativa che stai curando rendendolo unico, sottolineadone la mission e i valori. Dai spazio ai dettagli spesso dati per scontato ma che potrebbero colpire i presenti!

Un esempio?

  • Per rendere unica una serata d’intrattenimento: nell’articolo “4 suggerimenti per l’intrattenimento” proponiamo utili consigli pratici ispirati dall’esperienza a The Osmo Island.

 

Photo credit

Share this Story

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>