Beacon e immobili

Beacon e immobili

Delle tante applicazioni e settori in cui la tecnologia BLE con beacon è già stata inserita, il mercato immobiliare risultava “escluso”. Fino a poco tempo fa.

Beacon e immobili

Recentemente è stata lanciata a Chicago Mobile Doorman, una piattaforma con App associata al posizionamento di beacon, dedicata alla gestione di immobili.

Naturalmente i beacon sono posizionati esclusivamente in aree comuni, non all’interno delle singole proprietà private.
La App è rivolta sia a proprietari di immobili che agli inquilini e si propone come “intermediario” fornendo servizi utili per entrambi.

Alcuni esempi in cui la App può essere di aiuto?

  • Segnalare l’affluenza in aree comuni, come cortili, palestre o altre zone. In questo modo l’inquilino può decidere se recarvisi o meno, senza uscire dal proprio appartamento;
  • Gestire internamente pratiche e disbrighi burocratici del complesso immobiliare (ad esempio segnalazioni di manutenzioni o guasti anche individuali, il pagamento di affitti o quote per il condominio);
  • Raccogliere informazioni sugli impianti del complesso e sull’efficienza, eventualmente inviando segnalazioni in caso di malfunzionamenti o altre problematiche in corso;
  • Permettere ai proprietari di acquisire utili informazioni sull’uso delle aree comuni, in particolare per valutare come gestirle in modo più produttivo per tutti (inquilini e proprietari).

La App è personalizzabile per lo specifico contesto immobiliare, con costi previsti per i proprietari attraverso canoni mensili.

Una sorta di “nuova frontiera” per beacon e immobili, probabilmente, che permette una gestione fisica degli immobili riunita in un’unico strumento mobile a cui sono collegati anche aspetti fin ora delegati alle relazioni come reclami, segnalazioni e procedure di pagamento.

L’obiettivo è di rendere più semplice e facile la vita di proprietari e inquilini, fornendo uno strumento sempre a portata di mano dallo smartphone, snellendo – se possibile – talune procedure di gestione e favorendo gestioni più funzionali e consapevoli.

Funzionerà? Attualmente i riscontri ufficiali sono positivi, ma solo il tempo potrà rispondere definitivamente alla domanda! 

Photo credit

Share this Story

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>