Beacon e enoturismo: alla scoperta delle colline del Chianti

Beacon e enoturismo: alla scoperta delle colline del Chianti

Con i beacon alla scoperta dei luoghi di produzione del Chianti Classico

Grazie alla tecnologia BLE immergersi tra le colline del Chianti alla scoperta dei segreti di uno dei vini rossi più famosi del mondo è un’esperienza sempre più interattiva.

Grazie al lavoro congiunto del Consorzio Vino Chianti Classico, di Kontact.io, tra i principali produttori di beacon a livello internazionale e della web agency Makeitapp, leader nello sviluppo di soluzioni mobile, oggi gli enoturisti possono infatti ricevere tutte le informazioni di cui hanno bisogni direttamente sul proprio smartphone.(fonte)

Il Consorzio, sempre attento all’utilizzo delle nuove tecnologie come importante elemento di promozione turistica, con questo progetto punta a rendere l’app Chianti Classico, lanciata nel 2015 in concomitanza con l’Expo di Milano, uno strumento utile alle migliaia di visitatori che ogni anno raggiungono le colline toscane per conoscere tutti i segreti del territorio.

Tra i diversi contenuti che posso ricevere i turisti tramite l’app vi sono:

informazioni esclusive sui luoghi di produzione e sulle diverse tipologie di uve;
mappe interattive con i maggiori punti di interesse della regione e indicazioni sul percorso migliore per raggiungere le diverse cantine;
offerte speciali e approfondimenti sui prodotti che stanno degustando in quel momento;
news e aggiornamenti sui eventi e iniziative promozionali in programma nelle diverse cantine del territorio.

La scelta di utilizzare i beacon e la tecnologia BLE ha già dato ottimi risultati e sarà sicuramente un ottimo mezzo di comunicazione e di promozione per gli oltre 600 soci iscritti, di cui circa 350 imbottigliatori, dello storico Consorzio toscano che rappresenta oggi il 95% dell’intera denominazione “Chianti Classico”: un’eccellenza italiana capace di generare numeri da grande impresa con un fatturato globale stimabile in oltre 600 milioni di euro. (fonte)

Ph.Credit

Share this Story

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>